Create a Joomla website with Joomla Templates. These Joomla Themes are reviewed and tested for optimal performance. High Quality, Premium Joomla Templates for Your Site

CONNETTIVITA'

PREMESSA

Parlare di Connettività è come parlare di strade, rotaie o comunque di infrastrutture che ci permettono di muoverci intellettualmente.

Il M5S considera l’accesso garantito al web un obiettivo da perseguire affinché la Rete diventi realmente accessibile a tutti i cittadini.

L’amministrazione di Livorno ha scelto di aderire al progetto Free ItaliaWiFI ideato dalla Provincia di Roma, affidandone la realizzazione attraverso bando telematico a Tiscali, dal costo oggettivamente troppo oneroso per i contribuenti.

La realtà dei fatti è che gli hotspot presenti sul nostro territorio, quando funzionanti, coprono una superficie effettiva limitatissima, con velocità di download molto basse e di upload inutilmente alte e la copertura non prevede punti strategici, quali ospedale e scuole.

In ultimo non sono presenti sulla Rete Civica cittadina statistiche relative alla quantità e tipologia di utenti del servizio.

AZIONI

  • Recedere dal contratto di appalto con il gestore Tiscali per il WiFi;
  • Ampliare gli hotspot presenti prevedendone anche presso ospedali, case di cura ed in prossimità di scuole pubbliche oltre che nei punti di attrazione turistica, compreso il lungomare, aumentandone la qualità e contestualmente sganciandosi dal progetto Free ItaliaWiFi;
  • Incrementare il numero di cittadini capaci di usare, anche in modo elementare, le nuove tecnologie informatiche, attraverso progetti di formazione ed eventi con il coinvolgimento delle associazioni di promozione del software libero;
  • Sviluppare una rete proprietaria WiFi che copra integralmente il comune di Livorno; tale rete permetterà l’integrazione di servizi di telegestione, telecontrollo e connettività per la cittadinanza con un vantaggioso rapporto costi/benefici;
  • Borse di studio e progetti con premio per incoraggiare gli studenti di ogni ordine e grado ad analizzare, progettare e sviluppare software utilizzando linguaggi di programmazione di alto e basso livello e piattaforme, puntando sul software Open Source;
  • Realizzazione di una piattaforma per l’interazione tra cittadino e giunta sulle scelte programmatiche;
  • Manifestazioni per agevolare il confronto con diverse realtà nazionali, europee e mondiali;
  • Creare un “laboratorio permanente” per la ricerca, lo sviluppo e la sperimentazione di quanto inerente al software;
  • Servizi interattivi ad alto valore aggiunto per una città intelligente (smart city), per mezzo di una rete di telecontrollo e telegestione presente sul territorio, estesa fino al singolo punto luce sui pali della pubblica illuminazione, che consenta la fruizione di servizi aggiuntivi di facile implementazione, per lo sviluppo di un progetto gratuito di OpenWifiLivorno, mediante installazione di quadri di comando control panels e modem/ripetitori sul Viale Italia, attivo per tutti i fruitori, i residenti, i bagnanti e operatori del mare compresi.

La struttura del sistema è illustrata nell’immagine seguente:

  • Migrazione del software della P.A. verso l’Open Source, che consente, oltre al risparmio economico indubbio a medio termine, di avviare un processo di condivisione tra P.A. di software di alto livello autoprodotto o prodotto localmente, che interessi altre realtà nazionali. L’open source non obbliga il cittadino, nell’ottica di una digitalizzazione dei documenti della P.A. all’acquisto di onerosi software proprietari. Il primo software interessato sarà necessariamente quello che permette la creazione dei documenti, cercando di effettuare la migrazione come è stato fatto in Umbria con Libreoffice;
  • Accorciare la distanza tra P.A. e il cittadino, favorendo l’utilizzo di piattaforme informatiche attraverso il WEB che consentano di istituire un rapporto più diretto tra loro. Alcuni esempi:
    • Streaming video (con archivio per ricerche successive) di ogni attività all’interno del comune: le riunioni di giunta, delle varie commissioni o dei vari tavoli di lavoro etc…;
    • Portale di proposte del cittadino dove lo stesso può dare suggerimenti, portare idee o effettuare segnalazioni all’amministrazione pubblica e vederne l’iter ed il risultato in tempo reale;
    • Aumentare la quantità dei servizi on line e potenziare i già presenti così da rendere più semplice e snello il lavoro degli uffici preposti così da rendere il rapporto con il pubblico più qualitativo dove necessario;
    • Integrare le banche dati dei differenti servizi comunali, delle partecipate e delle agenzie che lavorano sul territorio. Questo permetterà ad esempio di evitare atti di ingiustizia sociale che molto spesso vengono compiuti per mancanza di informazioni.
Ultima modifica il Lunedì, 29 Febbraio 2016 05:43
(0 Voti)